Vai al contenuto
Offerte Prodotti tipici Beauty Moda Casa e Giardino Mamme e Bebè Negozi Il progetto Diventa Venditore Accedi
Cartucce e Toner: come ridurre gli sprechi e salvare l'ambiente

Cartucce e Toner: come ridurre gli sprechi e salvare l'ambiente

Quotidianamente stampiamo su carta documenti di ogni tipo, dai semplici appunti di una e-mail sino ai contratti più importanti senza renderci conto di quanto sia dannoso all’ambiente questo gesto quasi automatico.

Prima di cliccare sul bottone “stampa” dalla finestra del browser sarebbe corretto comprendere se quella pagina stampata su un foglio alla fine avrà davvero un’utilità dato che tanti contratti o manuali sono in formato digitale e che è più semplice annotare su un foglio di carta un appunto da conservare a portata di mano.

Al momento di acquistare una stampante, bisogna fare attenzione se questa possiede una tecnologia che prevede l’utilizzo di cartucce o di toner per stampanti.

Le cartucce per stampanti solitamente vengono utilizzate da stampanti che funzionano tramite tecnologia a getto d’inchiostro, e sono formate da piccoli contenitori di plastica, che al loro interno contengono l’inchiostro liquido; mentre i toner vengono usati nelle stampanti laser, attraverso una tecnologia che rilascia l’inchiostro sotto forma di polvere o pigmento che si fonde con la carta.

Ogni giorno le cartucce che hanno concluso il loro ciclo vitale generano il problema dello smaltimento della plastica e per la presenza dell’inchiostro e di altri materiali dannosi per l’ambiente e per la salute umana, rientrano tra i rifiuti speciali e pericolosi che solitamente si conferiscono nelle isole ecologiche.

Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista dell’American Chemical Society, invece le stampanti laser sono dannose come le sigarette in un ambiente chiuso o come il gas di scarico di un ingorgo stradale perché emettono particelle ultrasottili nocive e riempiono l’aria di sostanze volatili tossiche dannose per i polmoni.

Se il 60% delle stampanti rispetta i parametri di Kyoto, cosa possiamo dire di quel 27% altamente tossico?

Tutto dipende dalla qualità di toner e cartucce, infatti ci sono alcune interessanti possibilità sul mercato, ecosostenibili che permettono di impattare di meno sull’ambiente.

Le scelte eco-friendly ricadono su cartucce o toner ricaricabili che consentono di riutilizzare il materiale plastico e di non creare eccessivi prodotti di scarto dannosi per l’ambiente. Queste cartucce sono simili alle cartucce originali, e si inseriscono nella stampante con le medesime modalità, ma possono essere ricaricate numerose volte, attraverso l’acquisto di bottigliette d’inchiostro sfuso in Kit di ricarica che sono convenienti anche dal punto di vista economico.

Sono presenti in commercio anche inchiostri sostenibili ed eco-friendly realizzati tramite oli vegetali e tramite l’uso di polisaccaridi che si possono anche disperdere nell’ambiente se possiedono la certificazione. Sicuramente una scelta eco-sostenibile, ci consente qualche inevitabile spreco di stampa perché nel rispetto della salvaguardia ambientale.

Prossimo articolo Dalle Mascherine ai Termoscanner: i prodotti più venduti del 2020

Lascia un commento

I commenti devono essere prima approvati dall'amministratore

* Campi obbligatori